inter Conte

Inter-Bologna, Conte: “C’è tanta delusione”

Antonio Conte al termine di Inter-Bologna

L’allenatore dell’Inter Antonio Conte al termine del match perso contro il Bologna per 2 a 1 e valevole per la trentesima giornata di Serie A, ha raccontato le sue impressioni sul match di ‘San Siro’ in conferenza stampa post partita. Prima di presentarsi ai microfoni l’allenatore nerazzurro è rimasto a lungo negli spogliatoi per un confronto con la squadra.

“La delusione è enorme, almeno per quello che mi riguarda. Mi auguro che questa delusione che io avverto sia avvertita anche dai calciatori almeno per l’1%. Una partita da portare a casa in carrozza siamo riusciti a perderla”. 

Qualcosa che ti ha fatto arrabbiare particolarmente?
“Io mi arrabbio con me stesso, perché sono il responsabile. Ho le mie responsabilità, sono io a indirizzare la situazione ed è giusto che sia molto arrabbiato prima di tutto con me stesso. Poi penso che anche i calciatori debbano esserlo con loro stessi”.

Fragilità a livello emotivo?
“Le situazioni si valutano solo affrontandole. Per me questo è il primo anno di lavoro con l’Inter e ho preso un pacchetto preconfezionato, con tante situazioni da migliorare. Al tempo stesso, dico anche che è giusto metterci tutti in discussione, io per primo. Sono stato chiamato qui per un progetto vincente e per riportare l’Inter a vincere. Chiaramente la vittoria non arriva dall’oggi al domani, ma tante situazioni lasciano molta amarezza: pensi di essere a un livello e invece sei a uno molto più basso. Da qui alla fine dovremo dimostrare tutti di meritare l’Inter. Altrimenti è giusto prendere anche altre decisioni”.

Cambi ritardati?
“Mah… Stavamo mettendo dentro Sanchez e Borja al 70′. Era una partita in totale controllo e che non andava disequilibrata. In quel momento, abbiamo preso il pareggio e allora abbiamo provato a cambiare qualcosa. Fino a lì, la gara era in nostro totale dominio. Ma siamo stati capaci di perdere”.

Sul rigore, hai indicato tu Lautaro quale tiratore?
“Glisso su questa situazione, sono dinamiche che è meglio restino nello spogliatoio. Dico solo che potevamo fare meglio anche lì”.

Conte: “Delusi e amareggiati dal risultato. I cambi…”

Seguici su:      Facebook Twitter Google News