Inter Digitalbits

Inter, possibile avvicendamento per DigitalBits: due le possibili strade

L’Inter al lavoro con DigitalBits per trovare una soluzione

La pausa per il Mondiale sta dando ai club modo di lavorare su alcune questioni. Su tutte in casa Inter c’è quella relativa al main sponsor, con l’insolvenza di DigtalBits che va avanti ormai da diverso tempo. Secondo la Gazzetta dello Sport in edicola oggi, il club nerazzurro potrebbe procedere con una soluzione interna.

“In viale della Liberazione sono giorni di riunioni ai piani alti: vada come vada, bisogna stabilire cosa sarà dopo il caos Digitalbits, lo sponsor di maglia diventato insolvente. E come “vestiranno” i ragazzi di Inzaghi fino a fine stagione. Tra le soluzioni allo studio, ce n’è una che ha preso piede. Da un lato eviterebbe che alla ripresa ci si presenti con una maglia completamente intonsa e, dall’altro lato, sarebbe in continuità con la storia di un club dalle forti radici solidali”.

“L’idea è di una maglia con contenuti “sociali” direttamente riconducibili alle politiche societarie. Da quando i nerazzurri hanno cambiato il brand, “I M INCLUSION” è il cappello dentro a cui stanno i progetti “CSR” (Corporate Social Responsibility). Sono quelli educativi che usano il calcio per integrare e lottare contro ogni discriminazione. Per questo il 4 gennaio contro il Napoli, in una partita che lancerà la ripartenza e orienterà lo scudetto, è possibile che venga lasciata brillare proprio la scritta “I M Inclusion”. Oppure che ne venga inserita direttamente un’altra, meno generica e più specifica, che faccia riferimento a un progetto da lanciare a fine anno. Nulla è deciso, ma la tentazione esiste e intriga”.

“Il mancato pagamento della prima rata ha portato alla ovvia reazione dell’Inter. La parola “Digitalbits” è sparita dalle piattaforme ufficiali del club, poi dai tabelloni pubblicitari, e infine dalle magliette della Primavera e dell’Inter Women. Gli avvocati stanno parlando e non è escluso che, vista la possibilità di recuperare almeno parte del saldo, il main sponsor rimanga ancora per un po’. In quel caso, sulla maglia anti-Napoli non ci sarà niente di diverso dal solito. Ovviamente, da un punto di vista economico, la speranza dei dirigenti nerazzurri è inserire immediatamente il partner del futuro. Lo si sta cercando da mesi ormai, esplorando diverse categorie merceologiche. Non sarà facile e, nel caso, c’è comunque la soluzione “fai da te” che permette di onorare una grande storia. Dal 1908 si chiama Internazionale perché formata da “fratelli del mondo”, l’impegno sociale è scritto nel Dna prima che sulla maglietta”.

Lascia un commento